Una mostra e un incontro a Crescentino per ricordare Mimmo Càndito, l’inviato “con la guerra negli occhi” - La Stampa

Tornano le Invasioni Digitali: un incontro a Torino per conoscerle meglio

Menu

new veronica esuberante bocconcino c
per coppie mature
paola italiana tantra
giulia per pochi giorni dolce sensuale pompini
Escort Scandiano
debora bellissima trans brasiliana
videochiamata ed incontri
signora italiana doc
new new avezzano maliziosa donna matura la tua
caldissima fighetta un esplosione di
giornate hot
meraviglia di tantrica dell est in zona di via

Civico20News - Torino - Segreti e favori: 61 capi d'accusa contro il caposcorta della sindaca e del pm Padalino

Passa ai contenuti principali Rotta su Torino Cerca Cerca nel blog Tornano le Invasioni Digitali: un incontro a Torino per conoscerle meglio Pubblicato da Laura marzo 16, 2015 Ottieni link Facebook Twitter Pinterest Email Altre app Dal 24 aprile al 3 maggio 2015 tornano le Invasioni Digitali ed è dunque tempo di prepararsi e di prepararle. Cosa sono le Invasioni Digitali, vi chiederete. Sono uno dei tanti progetti culturali nati dal basso, nelle reti sociali, e che dal basso hanno ottenuto un successo crescente. L'idea di base è diffondere le nuove forme di comunicazione partecipata nei Musei e negli Enti Culturali, 'invadendoli' per conoscerli meglio e testimoniare l''invasione' nel web, attraverso foto, articoli, commenti nei social e nei blog. Il progetto nasce dalla constatazione che l'Italia possiede uno dei patrimoni culturali più importanti del mondo, con oltre 6mila musei (la media di un Museo ogni 13mila abitanti è tra le più alte del pianeta) e che è poco conosciuto e poco divulgato, perché, spiega il sito ufficiale delle Invasioni Digitali, "permane una tendenza ad una gestione conservatrice della cultura, gestione esclusiva e poco aperta al cambiamento in contesti internazionali", mentre "la rivoluzione digitale può contribuire in maniera esponenziale allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorire una concezione 'aperta e diffusa' del patrimonio culturale". Per spiegare le Invasioni Digitali, come si organizzano e come si partecipa, il 29 marzo 2015, alle ore 17, a Torino ci sarà un incontro, Conosci le Invasioni Digitali?, alla Casa del Quartiere di San Salvario, in via Morgandi 14. Silvia Bodriotto, il referente piemontese delle Invasioni Digitali, farà il punto della situazione nella nostra regione, illustrerà i progetti in corso, ascolterà le proposte, risponderà ai dubbi (nel suo blog, Nuovi Turismi, Silvia fornisce molte informazioni pratiche sulle Invasioni). Su Facebook c'è un gruppo, Invasioni Digitali Piemonte 2015, in cui si stanno raccogliendo le proposte e si stanno organizzando le prime Invasioni; tutte le persone interessate sono invitate a iscriversi e a partecipare. Nella lista delle proposte quasi ufficiali ci sono piccoli gioielli del nostro patrimonio artistico e culturale non sempre conosciuti come il Villaggio Leumann e la Certosa, entrambi a Collegno (TO), l'Ecomuseo dell'Alta Val Sangone, il Castello di San Giorio di Bussoleno (TO), l'Abbazia di Staffarda (CN), i Musei del Distretto del Novese (AL), il Castello di Cavour di Santena (TO); la lista è lunga, promettente, ma, come detto, non ancora ufficiale. Di ufficiale c'è per ora la prima Invasione Digitale piemontese del 2015, il 24 aprile alle ore 14.30 a Casa Martini, a Pessione di Chieri (TO); per questioni organizzative, per partecipare bisogna iscriversi gratuitamente al sito eventbrite.it. E' significativo che la prima Invasione Digitale piemontese avvenga in uno spazio che si è proposto agli organizzatori per essere invaso, assumendo un atteggiamento attivo in questo progetto. Probabilmente è uno dei successi più importanti delle Invasioni: Musei ed Enti Culturali stanno comprendendo il potere dei social, l'importanza di un approccio più comunicativo e partecipativo e chiedono di essere invasi, per non essere più torri d'avorio da guardare con timore reverenziale. Si tornerà a parlare delle Invasioni Digitali! Per essere sempre aggiornati sul calendario delle Invasioni Digitali mano a mano inserite, la pagine da controllare è www.invasionidigitali.it Ottieni link Facebook Twitter Pinterest Email Altre app Laura Laureata in Architettura, giornalista, ufficio stampa e social media manager, amo la scrittura e la comunicazione sopra ogni cosa. Una passione per l'architettura, i viaggi, l'Andalusia, il Torino, quando sarò grande avrò (anche) un buen retiro in Sardegna, davanti al mare, per tornare dove tutto è iniziato, e una finca tra Jerez de la Frontera e l'Oceano Atlantico, in Andalusia, per allevare cavalli. Tutto il resto è su www.lauracardia.it Commenti Posta un commento Eventi Luoghi Progetti TorineSÌ In viaggio Chi sono Contatti Newsletter Ultimi post Otto video in piemontese per otto grandi uomini del Museo Egizio Settimana dell'Arte Contemporanea di Torino, online e in presenza Torna il delivery: i Millennium di Affini, i menù del Pastificio Bolognese e dell'Osteria Bacalhau Sulle tracce di Raffaello, nella Galleria Sabauda di Torino Un webinar per raccontare i 12 progetti di Bottom Up! Categorie Architettura e Design    Architetture (ex) industriali    Dicono di Torino     Fotografia     Itinerari     Made in TO    Mostre     Sapori torinesi    Storie    Torino com'era     Turisti a Torino     Turismo in Piemonte     Video Architetturedintorni La felice ristrutturazione dell'Alpeggio Petosan, in Valle d'Aosta Con i container, le case d'emergenza per gli sfrattati: gli APROP di Barcellona La Casa DCS di Giuseppe Gurrieri, tutta intorno al nuovo cortile I miei ebook Gli ebook che ho scritto, in vendita su Amazon: Edifici ex industriali a Torino Felipe e Letizia, un anno sul trono di Spagna             Rotta su Torino è un'idea di Laura Cardia, autrice di tutti gli articoli, che non possono essere utilizzati senza la sua autorizzazione - Copyright © 2014 – 2020             lauracardia.it - giornalista, blogger, ufficio stampa             Info sui cookies nel blog Powered by Blogger

Torino Incontra - TORINO INCONTRA: IL CENTRO CONGRESSI IN CENTRO CITTÀ.

Skip to main content Cerca nel sito Menu VisitOpening hours Getting here Tickets Prenotazioni e Visite guidate Facilities for Visitors Accessibility Routes Events & ExhibitionsWunderkammer Videolibrary CollectionsCollections Online Videolibrary Prints and Drawings Department EducationProgrammes and activities for adults Schools Families Visitors with disabilities Special projects and training activities FTM Network Our museums Foundation Patrons Art library Photoarchive Venue rentals Loan requests Eng EngIta News / Incontro con la scrittrice Laura Bosio e l'artista Elena Mazzi Eng EngIta News GAM Incontro con la scrittrice Laura Bosio e l'artista Elena Mazzi In occasione del progetto di residenza della Fondazione Spinola Banna e GAM Giovedì 1 dicembre alle 18 November 21, 2016 La GAM di Torino e la Fondazione Spinola Banna per l’Arte invitano all’incontro con la scrittrice Laura Bosio e l’artista Elena Mazzi giovedì 1 dicembre ore 18.00 Biblioteca d’Arte della Fondazione Torino Musei Primo piano, ingresso dalla caffetteria della GAM – Via Magenta, 31 Durante l’incontro saranno letti alcuni passaggi del romanzo “Le stagioni dell’acqua” di Laura Bosio e della novella “Dalle mondine, in risaia” di Carlo Emilio Gadda. Queste letture intendono essere un momento di approfondimento del progetto Atlante Energetico ideato da Elena Mazzi attraverso cui l’artista investiga il tema dell’energia declinato nei diversi aspetti che coinvolgono il territorio piemontese, il suo paesaggio e una delle sue risorse alimentari principali: il riso. Carlo Emilio Gadda Dalle mondine, in risaia “Dei salici, il più vicino filare lasciava travedere tutti gli altri e lontane, allineate di canadesi, che sono pioppi di pelle bianca, quasi argentata, e mettono virgole chiare di là da ogni campo, contro le luci orizzontali della sera”. Carlo Emilio Gadda racconta l’incontro con le mondine nelle risaie descrivendo con minuzia poetica il paesaggio in cui sono immerse queste donne al lavoro e i loro attimi di vita quotidiana e di intimità condivisa che ruotano intorno alle coltivazioni di riso allagate. “Dalle mondine, in risaia” in Saggi Giornali Favole, Milano 1991.   Laura Bosio Le stagioni dell’acqua “Tutto si svolge nell'arco di una settimana, in una grande casa che si specchia nell'acqua delle risaie. Un mondo capovolto dove la terra e il cielo si mescolano e si confondono. È un marzo nevoso e pieno di luce.” Laura Bosio dà voce in questo romanzo al mondo del riso, una pianta forte e fragile, con radici lontane nel tempo e nello spazio, ma che nella pianura padana ha trovato un nido e una culla, da cui rinascere anno dopo anno. Intrecciando cultura materiale, storie in corso e storie passate, leggende e scienza, ci svela i segreti di una terra solo apparentemente distante, un universo a parte, da riscoprire. “Le stagioni dell’acqua”, Longanesi, 2007. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’opera “Appunti per Atlante Energetico” di Elena Mazzi, esposta al 1 piano della GAM sarà visibile fino alle ore 18.00. A chi vorrà visitarla prima dell’incontro in Biblioteca verrà fornito un biglietto omaggio presso la biglietteria del museo.  Durata dell’incontro: 18.00 – 19.45 La GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino e la Fondazione Spinola Banna per l’Arte hanno dato vita a una collaborazione triennale di residenza e formazione dedicata ad artisti under 35 attivi sul territorio nazionale. Elena Mazzi, l’artista tutor invitata per il 2016/2017, ha ideato il progetto Atlante Energetico. GAM e Fondazione Spinola si offrono come luoghi di scambio d’idee, ma anche di sperimentazioni e verifiche che trovano espressione in workshop, esposizioni, conferenze, incontri, performance, e in una pubblicazione finale. Il progetto, promosso grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, attiva la collaborazione tra due eccellenze culturali del territorio piemontese, un’istituzione pubblica e una privata.   Per maggiori informazioni: GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea Via Magenta 31, 10128 – Torino gamtorino.it gam@fondazionetorinomusei.it   Fondazione Spinola Banna per l'Arte Frazione Banna 10046 Poirino, Torino fondazionespinola-bannaperlarte.it gamspinola@fondazionetorinomusei.it share on  Il Museo Welcome Mission Staff History News Fondazione De Fornaris Contatti GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino Via Magenta, 31 10128 Torino - Italia   centralino: +39 0114429518   email: gam@fondazionetorinomusei.it   Google Art Project GAM partecipa all'Art Projectdel Google Cultural Institute. Scopri il progetto Press area Scarica il materiale informativo di tutte le istituzioni museali. Ufficio stampa Seguici su Newsletter Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su tutti gli eventi disponibili. FONDAZIONE TORINO MUSEI 2015 Creative Commons Licence  |  FAQ  |  PRIVACY  |  ACCESSIBILITÀ | DIGITAL PARTNER:

sara anni cubana porca da paura tette e culo ospitale novita a modena Escort Gorla Minore
Incontro con la scrittrice Laura Bosio e l'artista Elena Mazzi | Galleria d’Arte Moderna, vero massaggio rilassante con finale felice

CONDIVIDI Mercoledi', 11 Novembre 2020 Menu GLI EDITORIALI DI CIVICO20NEWS Cronaca Cronaca di Torino Cronaca Nazionale Cronaca Internazionale Politica Politica Locale Politica Nazionale Politica Internazionale Cultura e Spettacolo Cultura Spettacolo Musica Teatro Sport Juventus Torino Altri Sport Scienza e Medicina Scienza Medicina Economia e Finanza Terza Pagina Menu SEGUICI SUI SOCIAL Motori Tecnologia Di tutto un po' L'uomo, i misteri e l'ignoto Voci e cose dal Piemonte Video dal Web redazione@civico20news.it Sito realizzato da Fabio Mandaglio Civico20News Redazione Cronaca Torino Torino - Segreti e favori: 61 capi d'accusa contro il caposcorta della sindaca e del pm Padalino Con l'aiuto di complici fidati, nelle forze dell'ordine e dentro l'anagrafe, Davide Barbato poteva ricavare informazioni preziose e riservate su chiunque. E per decine di volte l'avrebbe fatto, trascinando nei guai anche chi ha compiuto per lui quegli accessi illegittimi, da cui otteneva in cambio di qualche favore, un po' di vestiti, qualche prelibatezza come champagne, un cappone o un salame.   Era un uomo chiave il capo delle scorte eccellenti, da quella dell'ex magistrato Andrea Padalino alla sindaca Chiara Appendino: nell'avviso di chiusura delle indagini preliminari per la maxi inchiesta che ha coinvolto il re dei concerti Giulio Muttoni, l'ex senatore dem Stefano Esposito e anche l'aspirante candidato sindaco per il Pd Enzo Lavolta, Barbato ha fatto incetta di accuse: ben 61 su 87 capi di imputazione sono infatti riferite a lui.   Riceve da Muttoni, secondo l'accusa del pm Gianfranco Colace, un "numero indeterminato di biglietti omaggio, per sè o per altri, per eventi e concerti organizzati al Palapitour",  riesce anche a farsi sponsorizzare da lui la squadra di calcio della polizia, ed organizza un incontro in un bar tra l'imprenditore e l'allora pm Andrea Padalino affinchè "potesse spiegargli la situazione relativa all'interdittiva antimafia comminata il 31 luglio 2015  alla società Set Up Live". Faceva fare visure anagrafiche, controllare le targhe e le informazioni esistenti su nominativi che gli venivano di volta in volta indicati.   A volte traeva persino in inganno i colleghi che di lui si fidavano, per "violare" la banca dati Sdi. Semplici favori in alcuni casi, ma in altri, un tornaconto c'era eccome: per aver segnalato il nome di un avvocato difensore avrebbe chiesto in cambio l'assunzione in una panetteria del figlio, mentre per trovare lavoro alla figlia avrebbe fatto avere il passaporto in tempi rapidi a una nota famiglia di commercianti della città. L'aggancio per avere un documento in tempi record gli avrebbe fruttato anche "più forniture di abbigliamento intimo" da chi gli aveva chiesto il favore.   Da un carrozziere avrebbe ricevuto 13mila euro per "agevolare la pratica di due permessi di soggiorno". Si faceva dare bottiglie di champagne e ingressi gratuiti in discoteche come il Cacao e lo Chalet per la figlia. Per fare avere il porto d'armi  oltre al denaro riceveva generi alimentari tra cui "cappone e salame", dal titolare del ristorante "Colibrì".   E ancora, faceva da lui emettere "4 fatture da 35 euro al personale della scorta dell'onorevole Laura Boldrini in occasione del G7 a Venaria". Prometteva di riuscire a indirizzare una denuncia presentata da un commerciante "nelle mani di un magistrato della procura che conosceva (non specificando chi)" in cambio di capi d'abbigliamento per lui e famiglia. Una cena al ristorante "Nonna Jolanda" di Cambiano pagata da Rocco Scibilia  e una possibile assuzione per la sua compagna in uno studio legale, sono il tornaconto invece per la sua disponibilità a informarsi su eventuali procedimenti penali a suo carico pendenti in procura.   Comportamenti che però non hanno del tutto sorpreso qualcuno in procura, visto che diversi anni fa Barbato era stato già indagato proprio per aver rivelato informazioni tramite un accesso illecito allo sdi,  e aveva poi patteggiato pochi mesi di carcere.   Fonte: La Repubblica   Stampa solo il testo dell'articolo Stampa l'articolo con le immagini Articolo pubblicato il 18/10/2020 Civico20News Redazione LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI ➤ Altri articoli di questo autore Novembre 11 / 2020 Dopo la festa di Biden, le elezioni continuano e Trump può vincere. Di Stefano Magni Novembre 11 / 2020 Torino, isola pedonale Borgo Dora - BORGO DORA MAGICA, RIMPICCIOLISCONO LE FIORIERE E NASCONO PARCHEGGI... Novembre 10 / 2020 Storia dell'organista più ispirato dell'Ottocento: César Auguste Franck, a 130 dalla scomparsa Novembre 10 / 2020 Elezioni Usa, in Michigan hanno votato 14mila defunti. di Monica Camozzi Commenta l'articolo Altre notizie di Cronaca Torino 11/11/2020 Cronaca dai quartieri di Torino - Tutto lecito in piena Zona Rossa? 11/11/2020 Torino, isola pedonale Borgo Dora - BORGO DORA MAGICA, RIMPICCIOLISCONO LE FIORIERE E NASCONO PARCHEGGI... 07/11/2020 DPCM 3 Novembre 2020: da sabato caccia vietata nelle zone rosse e fortemente limitata in quelle arancioni 04/11/2020 Torino. Il Museo dell’Automobile celebra i 60 anni della sede di corso Unità d’Italia 03/11/2020 Italia Nostra - Sezione di Torino - Notizie Novembre 2020 31/10/2020 Il Tavolo Animali & Ambiente chiede la sospensione immediata della caccia, come previsto dall’ultimo DPCM del 24 ottobre 30/10/2020 Agli anziani più fragili la pensione in contanti la consegnano i Carabinieri 30/10/2020 “TU SI, TU NO, SENZA DPI NON CI STO” 29/10/2020 Torino. Flash mob in piazza Carignano. Contro chiusura bar e ristoranti alle 18, anziché alle 23. 28/10/2020 Torino - PERCHE’ non è stata dirottata la concentrazione di estremisti, teppisti ed emarginati che lunedì sera hanno scatenato la guerriglia? Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino 11 Marzo 2011 Copyright © 2010 ASSOCIAZIONE CULTURALE "BORGO DORA - I RESIDENTI DI TORINO" All Rights reserved. Sito realizzato da Fabio Mandaglio Foto in background di Cristiano Caligaris "Palazzo della Regione a Torino in piazza Castello" Redazione Home Scrivi al Direttore Pubblicita' su Civico20News Copyright © 2010 ─ ASSOCIAZIONE CULTURALE "BORGO DORA"

Versione italiana English version Chi siamo Spazi Tecnologie e Servizi Eventi Perché Torino Come raggiungerci Contatti Richiesta preventivi Link Mappa Amministrazione trasparente Privacy Home CERCA » » Torino Incontra - Centro congressi » Versione italiana » Home TORINO INCONTRA: IL CENTRO CONGRESSI IN CENTRO CITTÀ. Una struttura funzionale e tecnologicamente all'avanguardia. Un’accoglienza unica per eleganza e professionalità. Un’ampia tipologia di spazi adatti a convegni,congressi, convention e grandi eventi. Torino Incontra è tutto questo in pieno centro città, quindi con tante possibilità di svago, shopping, arte e cultura. Facilità di accesso dalle autostrade, dall’aeroporto e a pochi minuti dalle stazioni ferroviarie e dalla metropolitana. In questo portale potrete reperire tutte le informazioni sul Centro Congressi, gli spazi, i servizi ed ogni altra notizia utile per l’organizzazione di un evento su misura. Visitate il nostro Virtual Tour NEWS On line il planning 2020 di Torino Incontra in formato riscrivibile.    Scarica e salva sul tuo desktop il planning 2020 in formato riscrivibile: un anno al tuo fianco per tenere i tuoi eventi costantemente aggiornati.      TORINO INCONTRA - Via Nino Costa 8 - 10123 TORINO - Tel. +39-0115576800 / +39-0115576892   P.IVA 09273260019 - © Copyright Torino Incontra Credits Spiacenti ma senza il javascript attivo il sito non funziona correttamente!

coppia italiana lei grande gnocca russa passionale a udine nord ti aspetta bellissima orientale luna appena arrivata foto reale strabellissima trans passiva stretta a casa niente gratis ok donna bresciana anni cerco compagnia per serata porcona di coppia lunna galvao top trans brasiliana massaggi total body massaggi rilassanti tantrici super prano